Intervista per Matilde di bikenbike

“Cari Amici di Bikenbike, oggi a raccontarci la sua passione per la bici c’è Milena di Pietrantonio. Milena insieme al compagno Tiziano ha dato vita a Viaggi Solidali in bici. Tanti km percorsi in bici per sostenere progetti di solidarietà.”
M.A.

Milena di Pietrantonio ha rilasciato un’intervista a Matilde Atorino Chief Executive Officer di bikenbike.com.

Per leggere l’intera intervista cliccare qui.

Appuntamenti solidali tra maggio e giugno

4 maggio presso il centro pastorale di Cameri
Apericena con presentazione video racconti di viaggi solidali 2008-2017;
48.000km di pedalate solidali di mi&ti.
Presentazione progetti 2018 pro “Il Giardino delle Rose Blu”.

25 maggio presso Casa del Popolo di Trobaso
Cena solidale in compagnia della voce di Laura Andreotto.
Presentazione progetti 2018 pro “Il Giardino delle Rose Blu”.

26 maggio a Pieve Vergonte
In occasione del compleanno di Tiziano, mi&ti faranno 60 giri su un circuito di 4,8km in bicicletta  per regalare un sorriso. Ristoro con grigliata, pasta, dolce e bevande presso il Campo Sportivo.
Vieni a fare uno o più giri in compagnia di mi&ti con qualsiasi tipo di bicicletta.

10 giugno a Verbania, lungolago Pallanza
“Cicloturistica, pedalata ecologica” con bici storiche sulle strade di Germano Barale.
Un anno che Germano Barale ci ha lasciati, così abbiamo pensato ad una cicloturistica e una mostra fotografica.  52km tra colline e i laghi Maggiore e Mergozzo; partenza dal lungo lago di Pallanza in Piazza Garibaldi, all’arrrivo pranzo al sacco per tutti i gusti e mostra fotografica sotto i portici del Municicpio di Pallanza seguita da Mattia Grossi, “Campioni nostrani ciclisti  professionisti di ieri e di oggi da Germano Barale classe 1936 a Filippo Ganna classe 1996”.

 

Buon compleanno Bicincittà 2008-2018

Bicincittà, Associazione di promozione sociale e culturale per la mobilità sostenibile, di cui Milena è vice presidente compie 10 anni!

L’Associazione, nata a Verbania nel 2008 durante il primo incontro all’auditorium Sant’Anna di Pallanza, opera nel triangolo del Vco, Domodossola ed Omegna.

Il 14 aprile è stata occasione per festeggiare, raccontare e presentare il programma 2018 e il tesseramento, presso l’auditorium Sant’Anna di Pallanza.
Con questo appuntamento non si è chiuso un cerchio, ma si continua a lavorare per una migliore mobilità sostenibile in Provincia.

Cosa è stato fatto in Bicincittà in questi 10 anni?

:: mobilità sostenibile – incontri e convegni pubblici

:: collaborazioni con le amministrazioni 

:: segnaletica piste ciclabili con il progetto #becoop
I punti donati dai Soci Coop dell’Ossola sono stati destinati al progetto di fornitura e posa di arredo urbano e segnaletica lungo i percorsi “In bici tra i fiumi” e “In bici tra i borghi”. Progetto individuato da Coop in collaborazione con le Amministrazioni Comunali di Crevoladossola, Domodossola e Villadossola.

:: sensibilizzazione sul territorio e #pedibus
L’iniziativa “Pedibus” ha la finalità di stimolare i genitori ad accompagnare i propri figli a scuola a piedi od in bicicletta. Tali progetti possono essere inseriti nei piani formativi scolastici: le scuole e i genitori sono i protagonisti di tali iniziative.

:: laboratori scolastici

:: pulizia ciclabili con i volontari di Bicincittà

Tutto questo con la collaborazione delle Associazioni compresa mi&ti onlus.
La lista completa delle Associazioni coinvolte è disponibile a pagina 12 nel Documento di presentazione ufficiale.

www.bicincittavco.wordpress.com

Qui trovi il direttivo Bicincittà 2018

viaggio 2017

Concluso anno 2017

viaggio in bici MI&TI da Verbania all’Irlanda, attraversando Svizzera, Francia, piccola parte della Germania, Belgio e ancora Francia, traghettiamo da Calais a Dover, pedaliamo parte della costa sud dell’Inghilterra fino a Waterford dove traghettiamo verso Irlanda.

Mezzo giro dell’Isola passando da Cork, Galway, poi la tagliamo per raggiungere Dublino, di nuovo in traghetto fino a Liverpool.

discendiamo passando da Birmingham, Oxford, Londra, Canterbury, poi ancora Dover.

A Calais, prendiamo direzione Parigi, fino al confine della Svizzera, salendo verso S. Croix, Yverdon e finalmente gli ultimi 300 km prima di raggiungere Verbania.

un viaggio entusiasmante colmo di incontri, paesaggi fantastci ma anche tanta pioggia, vento e freddo.

le nostre fedeli compagne di viaggio, i nostri cavalli d’acciaio a due ruote.

la fatica, il sudore ma anche tanta gioia di condivisione.

CARTOLINE? spedite tutte in IRLANDA ben 600.

E’ stato un anno ricco di impegni, tra serate solidali divisi tra cene e spettacoli, il nostro risultato finale di un’anno di impegno solidale?

UILDM donati € 2000  e siamo sati presenti a diversi eventi come sostenitori e volontari non ultimo a dicembre per un’intera giornata solidale tra sport e racconti.

IL GIARDINO DELLE ROSE BLU € 1500 per la ristrutturazione della casa del volontario vicino alla struttura che ospita i ragazzi disabili a GORNJA BISTRA – Croazia.

i lavori stanno procedendo bene!

ASSOCIAZIONE SAN VINCENZO € 3500 a sostegno delle famiglie in difficoltà, cibo e non solo.

ora ci aspetta un nuovo anno pieno di emozioni 2018 tanti auguri!!!!

mi&ti per Ossola Solidale

mi&ti Onlus è entrata a far parte di Ossola Solidale, un coordinamento operativo fra gruppi, associazioni e singoli individui che operano a favore di persone in difficoltà, con iniziative rivolte sia ai residenti, sia ai migranti, sul territorio ed in altri luoghi, ovunque vi siano persone che necessitino di attenzione e di aiuto.

I responsabili di Ossola Solidale hanno così spiegato l’iniziativa:

“Pur nelle diversità ideologiche, culturali, religiose, di provenienza, è comune fra noi la convinzione che tutte le persone in difficoltà abbiano diritto ad essere aiutate, senza distinzioni ideologiche, culturali, religiose, evitando in ogni modo una ‘guerra fra poveri’. Senza nessuna pretesa di rappresentare tutta la ricchissima varietà di iniziative di volontariato e di sensibilizzazione presenti nella nostra zona, crediamo però che unire le forze e coordinare le iniziative sia molto utile a fronte della varietà e complessità dei problemi che la realtà ogni giorno ci presenta. Per questo motivo il coordinamento è al momento totalmente informale ed aperto a tutti coloro che hanno in comune l’attenzione alla persona in difficoltà e la condivisione del disagio sociale”.

Al coordinamento, oltre a varie persone a titolo individuale partecipano: mi&ti Onlus, Action Aid, Terra Donna, Caritas di Domodossola, Associazione Fortinsieme, Gruppo Missionario Villadossola, Associazione Albatros, Coordinamento Festa dei Popoli Villadossola e Volontari di Emergency.

Nel video, la presentazione di Ossola Solidale a cura di Salvo Iacopino:
https://youtu.be/NA_nWfLnNIQ

Diverse sono già le iniziative in programma per i prossimi due mesi:

Maggio:
– Teatro in Dialetto, “In bicicletta par regalà un surris con quatar amis al bar”, serata musicale e di teatro dialettale con Nino Fasoli band presso Teatro Galletti a Domodossola (mi&ti Onlus e Bicincittà VCO) – sabato 6 maggio h.21;
– Proiezione Documentario “Whallah”, dedicato al travagliato viaggio dei richiedenti asilo presso la Chiesa S.S. Gervasio e Protasio a Domodossola;
– Esibizione “Wonder Dancing” e Coro Kodaly a favore del Progetto “Un sogno per il Ciad”, a cura del Gruppo Missionario Villadossola presso La Lucciola a Villadossola.

Giugno:
Biciclettata di solidarietà (Action Aid e Bicincittà VCO);
Mediterranean HOPE, incontro pubblico di presentazione del progetto dei corridoi umanitari attivati in collaborazione con la Comunità di Sant’Egidio e il Governo italiano (con Paolo Naso, docente de “La Sapienza” di Roma e coordinatore del progetto Mediterranean HOPE).
Giornata Mondiale del Rifugiato, musica, danze, letture, mostra fotografica, cibo etnico e rappresentazione teatrale al Teatro Galletti di Domodossola – martedì 20 giugno

Teatro in Dialetto, 4 serate solidali

Siamo felici di presentarvi Teatro in Dialetto, un tour di 4 serate solidali.

Le serate si effettueranno nelle seguenti date:
:: 15 aprile 2017 ad Ornavasso
presso la Sala Cinema Teatro in Piazza XXIV Maggio
con il patrocinio del Comune di Ornavasso
:: 6 maggio 2017 a Domodossola
presso il Teatro Galletti
con il patrocinio del Comune di Domodossola e Bicincittà
:: 27 maggio 2017 a Omegna
presso il Circolo Arci Franco Ferrari
cena solidale in collaborazione con Le Salite del VCO
:: 17 giugno 2017 a Verbania
presso il Teatro Maggiore
con il patrocinio della Città di Verbania

Passeremo del tempo assieme in buona compagnia mostrandovi il video del progetto mi&ti 2016 e grazie alla regia di Nino Fasoli, ci divertiremo con canzoni e sketch popolari della zona “In bicicletta par dunà (regalà) un surris con quatar amis al bar”, con la partecipazione di:

Dante Sarasin, cantore
Marco Colombo, cantore
Nino Fasoli, cantore e musicista – chitarra
Leo de Taddeo, attore
Giuliana Bugin, attrice
Claudio Loranschi, presentatore
Andrea Cerdelli, musicista – sax
Ferdinando Scarfa, musicista – tastiera

Durante le serate, che hanno lo scopo di far conoscere i progetti di mi&ti Onlus, si potranno acquistare le cartoline solidali che supportano il progetto mi&ti da 10 anni.

Non conosci ancora il nostro progetto?
Ti invitiamo a guardare la sessione “Cartoline” del sito.

Il progetto 2017 avrà come destinazione l’Irlanda e come associazioni di donazione:
Il Giardino delle Rose Blu
Gruppo di Volontariato Vincenziano
UILDM – Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare

 Per aggiornamenti in tempo reale seguite la nostra pagina facebook mi&ti.
cartolina mi&ti 2017_rgb

It’s spring and time to bike

The days get longer, also the km the hours on the bike get longer.

Yesterday we biked around lake Orta, we saw new Leaves on the trees, primroses and violets colouring the meadows, flowering magnolias, mimosas and the first butterflies.

A show of nature.

Today another a nice bike ride, climing up Trontano and then Montecrestese, to Ossola.

Enjoyed an ice cream in the beautiful square of the Domodossola historic center.

we returned along Lake Mergozzo and then Lake Maggiore.

It was an hot day, perhaps too much, but Tuesday spring arrives and next weekend there will be an extrahour.

Milena of mi&ti

 

Camper e bici

Arriviamo a Mostar il 18 agosto, dopo un su e giù attraversando vallate, grandi spazi aperti, prati tagliati, sopra di noi qualche falco, gazza e corvi nervini. Posteggiamo e inforchiamo le bici, un paio d’ore tra vie di ciottolato disegnati a rombo o cerchio, negozietti colorati, le moschee con il profumo di incenso, vie della città vecchia e il ponte distrutto durante la guerra e poi ricostruito. Don’t forget!  Centinai di turisti, con un vocio di diverse lingue, magico.
Ci sono diversi palazzi ancora distrutti dai bombardamenti, lì in memoria, per non dimenticare.
Torniamo al camper, diretti verso Međugorje.
Piccola, con un nuova chiesa affollata da credenti, i microfoni a scandire il rosario in serbo e poi in italiano e poi in altre lingue. Anche qui giriamo con le nostre bici.  Molti negozi di oggetti religiosi, rosari, immaginette e madonnine.
In serata, con il camper, ci sistemiamo in un campeggio.

19 agosto ripartiamo verso Dubrovnik, attraversiamo paesini e strette vie montane.
Capljina, Svitava, Hutovo, Gradac, tutto un su e giù, tra montagne rocciose, i frutteti, campi coltivati a peperoni, pomodori, meloni. Costeggiamo un lago paludoso, fino a Svitava, peccato che c’è immondizia sparsa ovunque. Nei giorni scorsi ho visto due discariche a cielo aperto, con persone munite di forconi, senza guanti o mascherine intenti nello spostare l’immondizia. Proseguiamo fino ad arrivare al mare a Neum e da qui costeggiamo fino a Dubrovnik. Bellissimo mare blu, trasparente, con le rocce a picco, i golfi, le isole. A Dubrovnik, prendiamo le bici e via per la parte vecchia della città circondata dalle mura fortificate. Splendida, con i palazzi in marmo bianco, le vie strette e altre larghe che sbucano in bellissime piazze con chiese, moschee e monumenti.
Come Sarajevo e Mostar, anche Dubrovnik è stata assediata durante la guerra per molto tempo.
Dopo 4 ore torniamo al camper, sorpresa 20€ di parcheggio. Però!
Proseguiamo verso Sibenik, Tiziano ci arriva in bici. Qui ci siamo arrivati la prima volta nel 2004 con Enzo, partiti da Verbania. Quanti bei ricordi!!
Il nostro percorso continua attraversato le varie isole in bici, Pag, Creta, Krk, per riprendere poi la terra ferma a Kraljevica e poi Rijeka. Poco prima di Rijeka, ci incontriamo con Gigi e sua moglie Lucia per una mangiata, sono in vacanza a Crikvenica con amici.

Il 20 agosto spediamo le ultime 200 cartoline a Stari Grad, dove l’impiegata, non crede che devo acquistare 200 francobolli per delle cartoline. Cerco di spiegare, ma non parla inglese. Alla fine ci intendiamo. Tiziano, fa gli ultimi 100km in bici fino a Senj, qui con Enzo ci eravamo fatti una scorpaccita di pesce. Il mare lungo la costa è splendido e ci sono molti ciclisti in bici con le borse. Non riesco a non piangere di rabbia, vorrei aver voluto esserci anch’io con le borse!!!
La costa frastagliata dalla scogliera, un dentro e fuori di golette e curve, un su e giù. Tutto incredibilmente meraviglioso!

Il 21 agosto a Materija, entriamo in Italia. Proseguiamo verso Treviso, un giro in bici per la città, molto carina e pulita con un’immensa piazza. A Bassano del Grappa andiamo a trovare un vecchio compagno di squadra di Tiziano, Leopoldo Ceccon dove arriviamo sotto un temporale forte e un cielo nerissimo. Una pizza in famiglia e verso le ore 22 ripartiamo verso San Vigilio, dove dormiamo fuori dal bar di Enzo.

Il 22 agosto, ultimo giorno di viaggio facciamo un’ultima colazione con Enzo, un abbraccio e poi via a riconsegnare il camper.

Non è stato il viaggio che mi ero prefissata di fare, ma è stato comunque interessante.
Siamo stati all’ospedale, alla scuola, abbiamo visitato diverse città, spedito le cartoline solidali e donato 6.250€ .

3.876km percorsi in camper, qualche chilometro in bici, nuovi amici e tanta solidarietà.
L’ospedale il Giardino delle Rose Blu, una volta veniva chiamato il Castello degli Orrori. Fortunatamente oggi, grazie a don Ermanno, vive di nuovi colori, sorrisi e tanto amore da donare a questi bambini sfortunati. Migliaia di volontari ogni anno trascorrono il loro tempo, donandolo.

Pensando a quale sarà il nostro prossimo progetto, ringrazio tutti quelli che hanno contribuito a quello del 2016. Abbiamo regalato tanti sorrisi e speriamo di regalarne ancora.

Milena di mi&ti

 

Donazione e partenza

In data 29 luglio abbiamo consegnato l’assegno pari a 2000€ ad Andrea Vigna di UILDM, sezione di Omegna e in data 24 luglio sono stati consegnati 1825€ a Don Fabrizio Fè per i volontari della parrocchia di Trobaso, come contributo a sostegno delle spese di viaggio per Gornja. Altri 2500€ sono stati versati alla Fondazione de “Il Giardino delle Rose Blu” di Gornja. Spediremo le 600 cartoline dei donatori 2016 da Gornja Bistra – Croazia.

Il viaggio quest’anno si svolgerà dal 9 al 22 agosto, noleggeremo un camper e Tiziano pedalerà per la maggior parte il tragitto da Verbania a Gornja per 800km circa ed io pedalerò per piccoli tratti in base a come ne risponderà il mio fisico, dopo la caduta in bici del 3 luglio e la frattura del bacino. Io e Tiziano ci alterneremo alla guida del camper. Don Ermanno, una volta giunti a Gornja, ci farà l’onore di incidere “mi&ti” e i nostri nomi sui mattoni della struttura che è in fase di completamento, in futuro ospiterà i volontari. mi&ti con il contributo di quest’anno e lo scorso, hanno donato 4500€.

Milena di mi&timi&ti,-Enrico-Tedeschi-e-Andrea-Vigna_consegna-assegno-UILDM

Tour 2016, partenza rimandata!

Eccoci dopo mesi di preparativi, percorso e tappe, chilometri, ricerca di sponsor a sostegno dei progetti benefici, nuova cartolina solidale, brochure di presentazione, pianificazione di qualche video serata, cercando di non tralasciare nessun dettaglio, con l’obiettivo di superare i 4000€ donati nel 2015 e le 600 cartoline spedite dall’Australia.

Obiettivo raggiunto per i progetti 2016: al 5 agosto abbiamo donato 6325€, mentre, non abbiamo superato le 600 cartoline. Siamo molto soddisfatti, vogliamo ringraziare tutti, sponsor, amici, parenti, colleghi, conoscenti, chi oltre ad acquistare la cartolina si è impegnato a distribuirne un po’. Questo ci ha dato la possibilità di superare quanto donato lo scorso anno.
Ci prefissiamo di migliorare, vogliamo continuare a regale sorrisi.

Tiziano ci siamo? Ok è il 30 giugno, tutto o quasi pronto. Dai facciamo ancora un po’ di km di allenamento

perché il 23 luglio, giorno fissato per la partenza del nostro tour solidale, ci aspettano circa 3500km da percorrere da Verbania, per Lubiana, Gornja Bistra, Zagabria, Belgrado, Sarajevo, fino a Dubrovnik, poi Medugorje, Rijeka, Gorizia, Trento e di nuovo Verbania, con le nostre bici cariche di bagagli ed emozioni da vivere per l’ennesimo viaggio sulle due ruote, c’è da spingere sui pedali.

Ok! 3 luglio, è domenica, una delle tante trascorse in bici, decidiamo di fare un’uscita in tandem, borracce piene, cielo azzurro, e 150/170km più o meno da percorrere, intervallate da risate, gelato e tanti pensieri che frullano nella testa.

Dopo 15km si spegne la luce, c…o che male! Mi ritrovo a terra, una macchina si blocca di colpo ad un passaggio pedonale e andiamo a sbatterci contro. Non mi muovo, che male!!! C…o che male!!! Ambulanza, bici distrutta, ma per fortuna Tiziano non si è fatto nulla! Ho le lacrime che sgorgano come ruscelli dai miei occhi, disperata, il primo pensiero è: “dai, sarà una botta!”. Ospedale, radiografia, l’ortopedico che alle 15,00 mi comunica: mi dispiace, ma c’è una frattura al bacino, 30 giorni di riposo a letto. Non caricare la gamba, ci rivediamo per il controllo.

No! No! No! Singhiozzo come una bambina, non riesco a smettere di piangere, sono arrabbiata.

Ok! Ora sono qui distesa nel mio letto! Il mio corpo è fermo, quasi immobile, Valentina mi accudisce in tutto e per tutto, mia figlia, ormai da tempo si sono invertiti i ruoli.

Mamma stai attenta! Mamma chiamami! Mamma mandami almeno un messaggio! Mamma mettiti il casco! E io: Ok ok ok!! Valentina, non ti preoccupare!!!
Ok! Comunico alla mia famiglia l’intenzione di partire dopo il controllo dall’ortopedico.

Tranquilli, faremo 1/4 del viaggio in bici, ma almeno a Gornja Bistra voglio arrivare!!

Lascio immaginare i commenti.

Partirò!! Come? Prima di tutto con il cuore, con le circa 800 cartoline raccolte e da spedire una volta arrivati a Gornja Bistra per trascorrere i due giorni nell’ospedale pediatrico de “Il Giardino delle Rose Blu“. Come? Sto/stiamo valutando.

Certo dopo un fermo obbligato di 30 giorni, la frattura è appena saldata, sarà dura pensare di poter pedalare tutto il giorno.

Opzioni: Bici elettrica? Camper + bici alternandoci io e Tiziano?

Obiettivo post frattura, partenza 9 agosto e… chi vivrà vedrà!!
Vi racconteremo strada facendo!

Milena, di mi&ti